EDURETAIL, O L’ARTE DI (IN)FORMARE IL CONSUMATORE

3 Mag
Questa settimana Fractals è ospite al Capri Trend Watching Festival, una manifestazione che si propone di indagare i contorni del futuro prossimo attraverso dati di ricerca, case history, workshop e open lectures che hanno come protagonisti grandi nomi del panorama nazionale ed internazionale. Il focus tematico di questa terza edizione, che si svolge il 3 e il 4 maggio 2013, è dedicato ad una riflessione sul rapporto tra identità sociale e consumi.
In qualità di partner scientifici della manifestazione abbiamo analizzato le tendenze del retail in rete negli ultimi 12 mesi, cercando di pesare i macromondi emersi dall’analisi dell’osservatorio di trendwatchers “Compro Dunque Sono?” e valutando realtà emergenti di interesse per il futuro.
Tra queste non poteva mancare la commistione tra Educazione (intesa come “istruzione”) e Retail.
Stiamo assistendo ad un rapido svilupparsi di metodi di vendita interessati, in maniera più o meno etica, alla formazione di un nuovo tipo di consumatore.
In linea con le evoluzioni del mercato e della società, il consumatore di oggi chiede sempre di più ai prodotti che sceglie: non ultima, la funzione di renderci più attenti, belli e skillati si è tradotta, per alcuni brand, in una vera e propria opportunità di formazione.
Alcuni esempi?
Il Wash&Coffee di Amsterdam

Il Wash&Coffee di Amsterdam


Ad Amsterdam questo nuovo servizio di lavanderia, dotato di connessione WIFI gratuita, permette ai clienti di sorseggiare caffè, comprare un sandwich, studiare e connettersi al web mentre aspettano che i loro capi siano pronti. Lo staff è formato per consigliarli in merito alle lavatrici disponibili e ai detersivi da usare, mentre ulteriori consigli di vario genere sono proiettati sul muro tramite IPad.
In Brasile, la marca di maionese Hellmanns, in collaborazione con la catena di supermercati St. Marche, ha installato in più di 100 casse un software che, identificato l’acquisto del loro prodotto, stampava sullo scontrino alcune ricette che ne prevedevano l’utilizzo.
Oltre che scatole di tutte le fogge e materiali per riordinare casa, ufficio e altri locali, The Container Store propone  anche soluzioni d’arredo, piuttosto semplici, che mostrano al cliente come sfruttare al meglio gli spazi e ottimizzare l’utilizzo di materiali che già possiede.
Starbucks by Nendo

Starbucks by Nendo

Coffee Shop temporaneo istituito a Tokio, era stato progettato come una libreria. Gli innumerevoli volumi disposti sugli scaffali presentavano sovra-copertine di 9 colori diversi, ciascuno abbinato ad un diverso tipo di caffè. Una volta scelto il loro libro preferito, i clienti erano chiamati a presentarlo al banco per ricevere il caffè corrispondente, i cui ingredienti apparivano riportati sulla quarta di copertina.

L'esterno della Nespresso Flagship Boutique di Monaco

L’esterno della Nespresso Flagship Boutique di Monaco

Boutique di 450 metri quadrati disposta su più livelli, questo innovativo Nespresso Store si trova a Monaco.  Una volta entrato, il cliente è accolto alla reception dove, in base alle esigenze e alla quantità di tempo a sua disposizione, viene guidato nell’area più adatta a lui. Qui potrà trovare il prodotto Nespresso più appropriato, imparare i segreti del caffè dagli esperti del settore grazie a innumerevoli device multimediali, effettuare ordini per via telefonica, degustare i numerosi aromi di caffè, e – se è già un club member– vivere un’esperienza di acquisto unica nell’apposita Exclusive Room.


Nate da un’idea di Pleasant Rowland, un’insegnante che voleva coniugare divertimento e studio, tali bambole sono ispirate alla storia degli Stati Uniti. Alte 45 centimetri, rappresentano bimbe di 9 anni caratterizzate per appartenenza etnica e periodo storico: dall’indiana alla colonialista, dalla pioniera all’orfana della Grande Depressione sino alla figlia della Guerra di Secessione. Il successo dell’iniziativa è stato tale da spingere la Mattel ad appropropiarsi del brevetto, arricchendo le bambole di intere ambientazioni (gli American Girl Place) ispirate al loro periodo storico e sociale di appartenenza.
Si tratta di un’officina di riparazione multifunzione di Vancouver che, prima nel settore, provvede tutto il materiale necessario a riparare personalmente la tua moto o ad imparare come si fa.

E voi? Avete altri esempi di retail “educativo”? Raccontateceli! 

Se invece siete interessati a sapere quali tendenze caratterizzeranno il consumo di domani e come l’Eduretail si posiziona tra queste, scoprite tutti i dettagli al Capri Trend Watching Festival 2013. Vi aspettiamo!
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: