MOOC: l’evoluzione democratica dell’e-learning

26 Lug

Forma è impegnato in questi giorni in una ricerca volta ad analizzare la situazione della Formazione a Distanza in Italia, e prevederne gli sviluppi futuri. Le enormi potenzialità dell’e-learning, infatti, appaiono sempre più come il futuro dell’istruzione, soprattutto in alcune tra le sue declinazioni più social e democratiche come i MOOC (Massive Open Online Course). Nati nel 2008 tra Stati Uniti e Canada, basandosi sull’esperienza del movimento per l’Open Resources e perseguendo gli ideali del Collaborative Learning, i MOOC hanno iniziato a diffondersi su scala mondiale nel 2011, dando inizio ad un trend di crescita continuo. Oggi l’offerta è talmente ampia e differenziata da aver reso necessaria la creazione di aggregatori: veri e propri portali che raggruppano i singoli corsi suddividendoli spesso per atenei ed argomenti, così da aiutare gli studenti ad orientarsi tra le possibilità a disposizione.

I MOOC sono, nella quasi totalità, organizzati da atenei universitari anche tra i più prestigiosi, offrendo a persone di ogni angolo del mondo la possibilità di assistere gratuitamente a lezioni tenute da docenti di Harvard, Berkeley o Stanford. A differenza di altre tipologie più classiche di e-learning, permettono una grande interattività tra gli studenti, che possono interagire e scambiarsi opinioni nelle apposite community. Il dato è interessante soprattutto se si considera la disomogeneità di competenze tra gli iscritti, derivata dall’approccio assolutamente Open Access dei corsi. Ad essi possono iscriversi universitari, diplomati, autodidatti e professionisti del settore di ogni genere, nazionalità ed età, così da rendere stimolante lo scambio e il reciproco aiuto in vista di un sapere condiviso di stampo wiki.

MOOCbetterwordbubble

Pur non sostituendo un corso di laurea tradizionale, i MOOC offrono a chi lo richieda un attestato di partecipazione che può essere valido a tutti gli effetti per un’integrazione nel Curriculum Vitae. Se è vero che i corsi sono assolutamente gratuiti, spesso per garantirsi il certificato di frequenza è necessario pagare una tassa di quantità variabile a seconda dell’ente organizzatore.

Ricapitolando, le caratteristiche distintive dei corsi MOOC sono:

Gratuità ed Open Access (per iscriversi basta una mail, dopo di che per accedere al corso è sufficiente una connessione ad internet)
Diffusione potenzialmente globale
Interattività con docenti e altri studenti frequentanti il corso (Community)
Rilascio di un certificato di partecipazione (automaticamente o previa richiesta)

Vi è, inoltre, una dimensione fortemente multimediale che comporta l’inserimento, da parte dei docenti, di materiale di vario genere, tra cui spiccano:

Unità didattiche calendarizzate che lo studente può personalizzare secondo il proprio metodo di studio
Videolezioni
Quiz o test per la verifica delle competenze acquisite
Libri e articoli aggiuntivi per un eventuale approfondimento

A seguire, ecco un video che spiega il funzionamento dei MOOC.

Voi che ne pensate di questa innovativa forma d’insegnamento? Avete mai seguito un corso di formazione a distanza o avete in programma di farlo? Raccontatecelo!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: