Fare il check in sulle tracce di un libro: il progetto di Rizzoli e Foursquare

13 Set

Vi sarà senz’altro capitato di leggere un libro e sentire la curiosità di conoscere un po’ meglio i luoghi in cui è stato ambientato. Ebbene, oggi lo potete fare. Ad accontentarvi c’è “Sulle Tracce del libro”, un innovativo progetto di stoytelling made in Italy che connette le storie ai luoghi all’insegna della tecnologia mobile e della cross-medialità. I responsabili sono Rizzoli e Foursquare, che hanno messo a disposizione sulla popolare app di geotagging veri e propri percorsi dedicati ad alcuni, primi, titoli messi a disposizione dall’editore.

rizzoli-foursquare

Il funzionamento è semplice: per ogni luogo in cui si svolge una scena del libro ci sono delle venue su Foursquare. Se si effettua il check-in, appaiono dei tip contenenti alcune informazioni sul libro (trama, curiosità, personaggi…), e sulla specifica location. I tip sono, inoltre, organizzati in una lista che collega tutte le venue presenti in un singolo romanzo.

In questo modo, i lettori possono salvare l’intero tragitto e seguirne le tappe nell’ordine stesso in cui appaiono nel libro. Ma è parallelamente anche possibile imbattersi per caso in una delle ambientazioni descritte in un romanzo, e scoprirlo nel momento stesso in cui si effettua il il check in.

Al momento, i libri di cui si possono seguire le tracce in Italia sono “La Ragazza che toccava il cielo”,  di Luca di Fulvio (fino ad ora, quello di maggior successo), ambientato tra Roma e Venezia; “La Donna di Troppo” , di Enrico Pandiani, a Torino; e “Il tempio della luce” , di Daniela Piazza, a Milano. Ma si possono anche scoprire Roma, Venezia e Stromboli attraverso la trilogia erotica di Irene Cao. 

L’unica lista-tip dedicata ad un Paese straniero è, al momento, quella creata per “Il Canto del Diavolo” di Walter Siti, che ci porta a conoscere Dubai.

rizzoli-tip

Per i mesi a venire, Rizzoli pensa di ampliare l’offerta basandosi sulle graphic novel della Lizard e su alcuni titoli della BUR. E chissà che in futuro il progetto non arrivi a comprendere anche alcuni Grandi Classici della letteratura occidentale, con possibili sviluppi interessanti anche per il campo dell’istruzione. Noi, almeno, ce l’auguriamo.

E voi? Di quale libro vorreste seguire le tracce con il cellulare alla mano?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: