Insegnare i social network a scuola: il caso New Jersey

29 Nov

Vi abbiamo già parlato di qualche iniziativa locale italiana  finalizzata ad educare i ragazzi ad un uso consapevole dei Social Media. Un nuovo esempio in tal senso arriva ora dal New Jersey, dove si sta approvando una legge che introdurrà l‘insegnamento obbligatorio dei Social Network nelle scuole pubbliche. Il programma, che entrerà in vigore a partire dall’anno scolastico 2014/2015, si rivolge agli studenti tra gli 11 e i 14 anni di età, con l’obiettivo di sensibilizzarli in merito ad un mezzo sempre più presente nella loro quotidianità.

Hand drawing a thumbs up

L’aspirazione maggiore è senz’altro quella di combattere fenomeni negativi quali il cyber-bullismo o un’eccessiva leggerezza al momento di condividere contenuti personali sui social; ma si vuole anche portare i più giovani a conoscere le opportunità concrete che Facebook, Twitter e simili possono avere dal punto di vista di un futuro lavorativo. Sempre più ricerche dimostrano, infatti, che una percentuale altissima di aziende utilizza i social media come strumento di recruiting mentre in molti casi la posizione di un candidato viene rivalutata dopo averne consultato le presenze online. Allo stesso modo, professioni come quella del Social Media Specialist sono sempre più richieste sul mercato del lavoro internazionale.

La legge proposta in New Jersey (il cui testo integrale si può leggere qui) stabilisce principalmente tre punti in merito ai quali gli istituti scolastici dovranno istruire gli alunni:

1. Scopi ed usi accettabili dei social media
2. Comportamento social che garantisca etica e sicurezza informatica
3. Potenziali conseguenze negative quali cyber-bullismo o uso irresponsabile dei social media

Inoltre, il testo legislativo insiste sulla necessità, da parte delle scuole, di introdurre risorse e attività di prova specifiche per promuovere sul campo l’utilizzo responsabile delle piattaforme già “studiate” in teoria.

La leggerezza nell’uso dei social da parte dei più giovani, d’altro canto, sta preoccupando sempre più i governi americani: prima del caso New Jersey la California aveva approvato la cosiddetta “legge-gomma” , che dà agli under 18 il diritto ad eliminare in modo definitivo dal web i contenuti imbarazzanti o compromettenti da loro stessi postati senza troppe riflessioni.

Studenti-Facebook

Cosa pensate del caso New Jersey? Secondo voi, un procedimento simile andrebbe adottato anche in Italia? Diteci la vostra nei commenti!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: