L’amicizia sul lavoro rende più felici: ecco come ottenerla

29 Ago

È il momento di fare i conti con il ritorno alla routine lavorativa. Se la sola idea vi mette angoscia, forse è perchè non andate abbastanza d’accordo con i vostri colleghi. Uno studio effettuato da LinkedIn dimostra che la felicità personale dipende in gran parte dai buoni rapporti instaurati sul lavoro. A ritenerli fondamentali per il proprio benessere è il 46% di professionisti attivi in distinti settori, per cui le amicizie instaurate in ufficio risultano efficaci anche per aumentare produttività e motivazione. Persino condividere un feedback o chiedere consigli in vista di un miglioramento risulta più facile se il rapporto con il resto del team è solido e confidenziale.

Lo studio di LinkedIn, che ha coinvolto più di 11.500 professionisti in 14 Paesi del mondo, ha inoltre evidenziato che il rapporto professionale tra dipendenti e manager si sposta sul piano personale per il 28% dei cosiddetti millennials, giovani lavoratori tra i 18 e i 24 anni d’età che costituiscono 82 milioni della popolazione dei soli Stati Uniti d’america. Uno su tre ha dichiarato di essersi scambiato messaggi con il proprio capo fuori dal lavoro in merito ad argomenti non professionali. Più riluttanti a stringere amicizia con i loro superiori sono, invece, i Baby Boomers, dipendenti tra i 55 e i 65 anni d’età che l’hanno fatto soltanto per il 10%. Tra gli Stati più inclini a coltivare amicizie in ufficio ci sono l’India (dove un professionista su tre ha dichiarato di sentirsi più compreso dai colleghi che dal partner) e l’Indonesia, dove il 51% dei lavoratori si ritiene più affine ai vicini di scrivania che agli amici frequentati fuori dall’azienda.

Il blog del social network professionale più diffuso al mondo ha condiviso 3 tips per instaurare una buona relazione sul posto di lavoro ed aumentare così la felicità e produttività dello staff, che vi riportiamo a seguire:

1. Non limitare le conversazioni solo alle e-mail o alle riunioni formali: lo staff di Linkedin organizza i “walking meetings”, passeggiate all’aria aperta in cui discutere di affari e non. L’ambiente più informale e rilassato favorisce la creatività. Una buona idea da cui prendere ispirazione anche per le aziende italiane!

2. Mostra interesse per le vite personali dei tuoi colleghi o dipendenti: cerca di dedicare pochi minuti al giorno allo scambio personale con le persone con cui condividi lo spazio lavorativo. Chiedi informazioni sulle loro passioni e consigli sui temi in cui sono più esperti: ti servirà a conoscere meglio i tuoi colleghi. Inoltre, capire cosa li muova e li motivi fuori dall’ufficio potrebbe servirti anche per eventuali applicazioni sull’ambiente di lavoro.

3. Congratulati e condividi i successi, anche sui social network: presta attenzione a cosa fanno i tuoi colleghi sui social network e congratulati per i loro anniversari lavorativi, promozioni o successi personali, dimostrando interesse per le loro vite personali anche su forum e bacheche pubbliche.

 L’infografica dello studio “Relationships @ Work” di LinkedIn

E voi, che rapporto avete con i vostri colleghi e superiori? Raccontatecelo nei commenti!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: